Gruppo Sinestetico

video art performance

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Biennale di Venezia 2017

E-mail Stampa PDF

Viva Arte Viva
Biennale di Venezia 2017

Sempre fisso l'appuntamento con la Biennale di Venezia grazie alla continua e fattiva collaborazione col Gruppo Sinestetico che ruota attorno alla figura del fondatore l'amicoAntonio Sassu.

Quest'anno la manifestazione, come ha detto la curatrice Christine Macel «Una Mostra ispirata all’umanesimo. È un umanesimo nel quale l’atto artistico è a un tempo atto di resistenza, diliberazione e di generosità. L’arte di oggi, di fronte ai conflitti e ai sussulti del mondo, testimonia la parte più preziosa dell’umano in un momento in cui l’umanesimo è

 

Viva Arte Viva. Biennale di Venezia

57a Esposizione Internazionale d’Arte 2017 presidente Paolo Baratta Christine Macel (Parigi, 1969), curatrice scelta per dirigere la 57a edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte che si svolgerà aVenezia dal 13 maggio al 26 novembre 2017, aggiunge:“Una Mostra ispirata all’umanesimo.

È un umanesimo nel quale l’atto artistico è a un tempo atto di resistenza, di liberazione e di generosità. «L’arte di oggi, di fronte ai conflitti e ai sussulti del mondo, testimonia la parte più preziosa dell’umano in un momento in cui l’umanesimo è seriamente in pericolo.

È il luogo per eccellenza della riflessione, dell’espressione individuale e della libertà, così come dei fondamentali interrogativi. È un “sì” alla vita, a cui certamente spesso segue un “ma”. Più che mai, il ruolo, la voce e la responsabilità dell’artista appaiono dunque cruciali nell’ambito dei dibattiti contemporanei.

”Vedremo 85 Partecipazioni Nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia, con 4 paesi presenti per la prima volta: Antigua e Barbuda, Kiribati, Nigeria, Kazakistan (prima volta da solo).

Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sarà curato quest’anno da Cecilia Alemani(Milano, 1977), che introduce così gli artisti scelti:“Giorgio Andreotta Calò (Venezia, 1979), Roberto Cuoghi (Modena, 1973) e Adelita Husni-Bey (Milano, 1985) sono nati in Italia tra la metà degli anni ‘70 e degli anni ‘80 e sono emersi sulla scena artistica nazionale e internazionale raggiungendo diversi livelli di notorietà Nove capitoli, dunque, con due primi universi nel Padiglione Centrale e altri sette che si snodano dall’Arsenale fino al Giardino delle Vergini.

Ogni capitolo costituisce di per sé una sorta di Trans-padiglione, che vede coinvolti protagonisti di varie generazioni e provenienze. “E’ molto importante per me infondere energie positive e nuove prospettive, includendo una gran parte di presenze inedite, non per questo giovani, ma anche riportandone altre scomparse troppo presto o a cui è mancato l’incontro con il grande pubblico, malgrado l’importanza della loro opera.

La formazione di storica dell’arte mi ha indotta a tenere una certa distanza dalla frenetica e continua rincorsa dell’assolutamente nuovo e mi ha sempre molto colpita la fugacità di un’opera che può raggiungere repentinamente la fama e poco dopo cadere nell’oblio. Dei 120 artisti presenti con circa 800 opere, avremo 52 nuove produzioni, ma anche rigenerazioni, come nel caso dei lavori degli anni ’60 diDavid Medalla.

Tutto ciò funge da collegamento tra la storia recente e il contemporaneo, una riflessione che intreccia presente e futuro in un moto di apertura del soggetto verso l’ignoto, dove esperienza e speculazione vengono messe in primo piano a rappresentare di per sé la risposta a un clima conservatore, pericolosa origine di opinioni scontate, diffidenza e indifferenza.

Il catalogo ufficiale, dal titolo VIVA ARTE VIVA, è composto di due volumi, uno dedicato all’Esposizione Internazionale, a cura di Christine Macel, il secondo alle Partecipazioni Nazionali, ai Progetti Speciali e agli Eventi Collaterali. La Guida della Mostra è studiata per accompagnare il visitatore lungo il percorso espositivo.

· Sedi, date e orari di apertura
· Venezia, Giardini – Arsenale, 13 maggio > 26 novembre 2017
· Orario: 10.00 – 18.00
· Orario: 10.00 – 20.00 sede Arsenale – venerdì e sabato fino al 30 settembre
· Chiuso il lunedì (escluso lunedì 15 maggio, 14 agosto, 4 settembre, 30 ottobre e 20 novembre)

· Sito web ufficiale della Biennale Arte 2017: www.labiennale.org

Antonio Sassu & Gruppo Sinestetico

www.grupposinestetico.it
You are here Servizi Editoriali Ultime Biennale di Venezia 2017

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information